Su miraculu

In un piccolo paese della Sardegna sud-orientale il contadino Peppineddu e sua moglie Marianna sono sulle spine:scade una cambiale di 11 milioni, 737.500 lire che Peppineddu ha dovuto firmare in pagamentodi un debito di 7 milioni contratto cinque mesi prima col possidente don Pascali Cardiga,anziano e temuto usuraio. E proprio il giorno della scadenza don Pascali si presenta per esigere il suo credito che marito e moglie, messi in ginocchio dal cattivo andamento dell’annata, non sono in grado di pagargli. Appreso che non potrà incassare il denaro prestato e gli interessi, don Pascali avanza allora una proposta di sanatoria. Restituirà la cambiale senza pretendere un soldo del suo credito se i coniugi Fonnesu gli daranno in sposa la loro figlia Anestra che ha 21 anni e amoreggia in segreto col contadino Raffieli Cabiddu. Peppineddu accetta ma la moglie si ribella e chiama in soccorso sua cognata Santina,sorella del marito e madrina di Anestra.In vista del giorno stabilito da don Pascali per avere una risposta(che egli attende positiva) alla sua domanda di matrimonio, Santina agisce all’insaputa sia della cognata e del fratello sia dei due innamorati per impedire che il patto sciagurato vada in porto.il suo fedele bracciante Boicu è incaricato di una specialissima missione allo scopo di mandare a montele progettate nozze sollecitate da don Pascali. Nel frattempo Santina invita le donne di casa a pregare per sollecitare l’intercessione di San Nicola del quale Anestra è devota e dell’angelo che Marianna tiene in effige sulla testiera del letto, perché con un miracolo facciano naufragare il progetto di don Pascali. E il miracolo si compie davvero, anche se non è proprio quello di natura divina che tutti si aspettano…

Annunci
Pubblicato on 12 novembre 2009 at 9:08 pm  Commenti disabilitati su Su miraculu  
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: